Step 6 – Subentro

Superata con esito positivo la fase di pre-subentro, i Comuni potranno procedere con le operazioni di subentro, che consistono nella ripetizione in ambiente di subentro dell’invio dei file contenenti i dati registrati nella propria APR e AIRE.

A tale fine, i comuni devono procedere tempestivamente (a prescindere dalla data prevista per il subentro effettivo) al censimento degli utenti e delle postazioni nonché al completamento di TUTTE le restanti attività preparatorie descritte in dettaglio nella check-list del subentro.

Le postazioni censite devono essere opportunamente configurate per poter accedere all’ambiente ANPR di produzione secondo quanto descritto in dettaglio nella guida

Configurazione della postazione per l’accesso al sistema web ANPR e operazioni propedeutiche al subentro

Nella data prestabilita per il subentro, il comune chiude gli sportelli al pubblico, assicurandosi che nessun dipendente stia operando sull’APR ed effettua lo scarico e l’invio dei dati (APR ed AIRE), con le stesse modalità in precedenza utilizzate in ambiente di pre-subentro.

ANPR provvederà ad elaborare nuovamente i dati, ripetendo i controlli già descritti per la fase di pre-subentro e restituendone gli esiti al Comune, che riceverà via PEC una comunicazione che:

  • conferma l’avvenuto subentro
  • notifica il mancato subentro per la presenza di errori bloccanti. Il Comune, in tal caso, dovrà procedere alla rimozione degli errori/anomalie segnalate da ANPR; il Ministero dell’Interno comunicherà la data prevista entro la quale il Comune dovrà procedere ad un nuovo invio del file

In caso di esito positivo del subentro, gli adempimenti anagrafici dovranno essere effettuati dai Comuni mediante l’utilizzo dell’ANPR, tramite WA o WS.

Contestualmente, si effettuerà in automatico la revoca del certificato di sicurezza attualmente utilizzato per l’invio delle comunicazioni INA-SAIA e l’aggiornamento dell’AIRE centrale che saranno “dismesse” con il subentro di ANPR:

  • le comunicazioni alle PA/ENTI che avranno sottoscritto un accordo con il Ministero dell’Interno saranno effettuate automaticamente da ANPR;
  • l’elenco unico sarà predisposto sulla base del contenuto di ANPR.

Rimane la facoltà per i Comuni di consentire l’accesso ai propri dati anagrafici, attraverso la sottoscrizione di apposite convenzioni, così come previsto dal DPCM n. 194/2014 (art. 5, comma 4).